Spesso san Giuseppe viene definito come “il santo del silenzio”. In effetti i vangeli non ci riportano nemmeno una sua parola. Anche quando ci si aspetterebbe che parlasse intervengono piuttosto gli altri, la madre e il figlio.

Certamente non era muto, avrà detto la sua al momento giusto e avrà difeso con coraggio la famiglia che gli era affidata. Possiamo ben immaginarci che abbia preso posizione chiaramente in tante occasioni in cui è stato coinvolto.

Però ci piace pensare che sia stato l’uomo del “fare”, come ce lo presenta la Parola di Dio, che ha taciuto all’occorrenza, senza moltiplicare chiacchiere e vane parole. Lo crediamo il tipo che non ha inseguito la smania del protagonismo, che il più delle volte ha scelto la via dell’umiltà e del nascondimento. Gli anni della cosiddetta “vita nascosta” a Nazaret, sono soprattutto gli anni suoi, insieme a quelli del figlio nell’infanzia e nell’adolescenza.

Appare piuttosto in maggiore evidenza la presenza di Maria a Betlemme nella nascita del bambino e a Gerusalemme nella presentazione di Gesù al tempio, e poi più tardi alle nozze di Cana, durante la predicazione in Galilea, fino ai piedi  della croce sul Calvario, alla morte e alla risurrezione del Signore, alla Pentecoste.

Del resto c’è da aggiungere qualcosa che va più in profondità. Bisogna dire che il sì di san Giuseppe, detto e ripetuto fin dall’annunciazione dell’angelo più con la vita che con le parole, mette il nostro santo in ombra e in un’oscurità tutta sua. Ma è un silenzio e un’oscurità che ha una sua bellezza, che splende davanti agli occhi di chi la capisce e la sa ammirare. E’ una lezione importante da imparare e che va controcorrente in un mondo in cui tante volte domina l’apparire, l’immagine, il successo.

E’ bello che Giuseppe ci insegni a porre in risalto non noi stessi ma Gesù e Maria. Sono loro la luce che deve brillare davanti a tutti. Sono le parole di Cristo Signore e del suo vangelo che devono portare frutto in noi e nel mondo.

Parole eterne che risplendono maggiormente per l’ombra che san Giuseppe gli fa intorno e che stemperano il quadro (che altrimenti sarebbe abbagliante). Parole che vengono ancor più alla luce sul vuoto e lo spazio libero lasciato dal nostro santo. Si direbbe che la sua è un’opera caravaggesca, e più esattamente divina.

La sua arte è quella di rendersi sempre meno necessario, quella di “scomparire” fino a morire (anche della sua dipartita non sappiamo nulla). San Giuseppe è come lo sfondo, la pagina bianca, su cui il Verbo di Dio ha potuto proclamare la sua Parola immortale. Il suo silenzio ha molto da dire, è un silenzio d’oro, che parla fortemente d’amore.

Angelo Catapano

Visualizzazioni: 30

Rispondi

Info su

ST. JOSEPH è un social network

Forum

Questioni giuseppine / 10 - UN SILENZIO D'ORO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 8 Ago. 0 Risposte

Spesso san Giuseppe viene definito come “il santo del silenzio”. In effetti i vangeli non ci riportano nemmeno una sua parola. Anche quando ci si aspetterebbe che parlasse intervengono piuttosto gli altri, la madre e il figlio.Certamente non era…Continua

Questioni giuseppine / 9 - GLI ANGELI E SAN GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 7 Lug. 0 Risposte

E’ considerevole che l’intreccio tra gli angeli e san Giuseppe, specialmente nei momenti più importanti e delicati della sua storia, è straordinario. Vi si può scorgere un motivo di riflessione da non trascurare. E’ l’unico personaggio del Vangelo…Continua

Questioni giuseppine / 8 - PRESENTAZIONE DI GESU’

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 18 Giu. 0 Risposte

C’è da considerare la Presentazione di Gesù bambino al tempio come festa del Signore, e tale è primariamente, ma anche di Maria e di Giuseppe, dato che sono loro che lo portano e lo offrono a Dio. Ossequienti alla legge di Mosè, con questo rito,…Continua

Questioni giuseppine / 7 - DA ADAMO A GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 4 Mar. 0 Risposte

Se la creazione del mondo avviene con la coppia iniziale di Adamo ed Eva, possiamo dire che la nuova creazione avviene con Giuseppe e Maria. Infatti il creato viene rinnovato con la venuta del Signore Gesù e con la sua nuova ed eterna alleanza. E’…Continua

Questioni giuseppine /6 - FIGLIO DI GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 11 Feb. 0 Risposte

Abitualmente Gesù è stato chiamato, o meglio identificato, dai concittadini e conterranei come “il figlio di Giuseppe”. Non c’era l’usanza del cognome e quindi si diceva il nome e si aggiungeva “figlio di”. Questo è stato per decenni, almeno per…Continua

Litanie di san Giuseppe: SPOSO DELLA MADRE DI DIO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe. Ultima risposta di angelo catapano 4 Mar 2018. 2 Risposte

Titolo universalmente riconosciuto a san Giuseppe è quello di Sposo. La solennità del 19 marzo è propriamente intitolata a lui “Sposo della Beata Vergine Maria”. Anche nel transetto sinistro del nostro santuario, al lato della cappella della…Continua

Cosa rappresentano per voi Gesù, Giuseppe e Maria?

Iniziata da St. Joseph in San Giuseppe. Ultima risposta di Alberto Raggi 30 Dic 2017. 1 Risposta

Nella festa della Santa Famiglia, apro questo forum per testimoniare la nostra devozione e il nostro amore per loro. Il Papa dice che in…Continua

Il tempo di Giuseppe

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 13 Dic 2017. 0 Risposte

Tempo d’Avvento: le quattro settimane che preparano al Natale, rappresentano il tempo della preparazione dell’antico popolo di Dio alla venuta del Messia e impegnano ogni anno la Chiesa a prepararsi nell’accoglienza del Salvatore. Il Signore Gesù,…Continua

Cosa ne pensate?

Iniziata da Alberto Raggi in San Giuseppe. Ultima risposta di Suor Paolisa Teresa Falconi 20 Dic 2017. 6 Risposte

Vi lascio un pensiero che vale un tesoro e apro questo forum con la speranza che i membri di questo network diano la loro spiegazione, specialmente i sacerdoti e religiosi. E' un'esperienza vissuta dalla fondatrice delle Ancelle del SS: Sacramento,…Continua

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

© 2020   Creato da St. Joseph.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio