PATRONO DELLA BUONA MORTE (Litanie di san Giuseppe)

                Non abbiamo fonti sicure sulla morte di san Giuseppe, ma è tradizione diffusa che sia morto prima della missione pubblica di Gesù, dato che il Vangelo non ne parla più dopo l’episodio in cui ritrova il Figlio a 12 anni. Probabilmente aveva allora circa cinquant’anni. Da varie circostanze si capisce che doveva essere mancato da qualche tempo (nozze di Cana, citazione dei parenti…). E’ certo che ai piedi della croce il Crocifisso non avrebbe affidato la madre all’apostolo Giovanni se il marito fosse stato ancora vivente. Si considera che la morte più bella sia quella di san Giuseppe, in quanto si crede confortata (e quanto!) dal Figlio amato, ormai adulto e dalla Sposa diletta Maria. Morire così, accompagnati dal Signore e dalla Madonna all’ultimo respiro, con la loro presenza speciale, è una grazia meravigliosa. Giustamente la riflessione dei devoti, di tanti santi e della Chiesa stessa nei secoli ha portato a scoprire in lui il ”Patrono della buona morte”. Così viene presentato pure nel Catechismo della Chiesa cattolica (n. 1014).

                Tra l’Ottocento e il secolo seguente sono nate alcune associazioni per i morenti (Pia Unione per gli agonizzanti a Pompei, Unione del Transito a Roma…) con lo scopo di invocare il Patrono negli ultimi momenti della vita, cosa certo non secondaria per finire bene l’esistenza sulla terra e guadagnare la via del Cielo. Non per nulla nell’Ave Maria (e anche nell’adattamento dell’Ave Giuseppe) noi diciamo sempre: “prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte”! Recuperare attenzione a quest’ora tenendo presente la fede cristiana che si affievolisce nei riguardi della risurrezione e della vita eterna, come pure la confusione che aumenta sul fine vita, è di particolare importanza. E’ giusto dunque invocare il Patrono della buona morte perché aiuti a morire bene e andare con lui in Paradiso. C’è anche una memoria tradizionale del suo “transito” il 20 luglio che lo ricorda.

                Se poi si pensa che la morte porta il suo carico di dolore e di paura difficilmente vincibile, umanamente parlando, occorre una riflessione seria e ineludibile su questo punto. Ci sono invece quelli che non ne tengono conto, non ci vogliono nemmeno pensare, e agiscono come se non esistesse. Ma non è che non esiste più se chiudiamo gli occhi e non la vediamo. Il cristiano è favorito, sapendo che morire significa andare incontro al Signore, allo “Sposo” di cui non sappiamo il giorno e l’ora della sua venuta. Il Vangelo invita ad essere sempre pronti, “con le lampade accese”, con una vita fatta di fede, speranza e carità. Sapere che così si passa alla gloria eterna e incorruttibile, insieme con Dio, con la Madonna e san Giuseppe, con tutti i santi e coloro che ci hanno preceduto, dona una forza insospettata, pure in mezzo alle difficoltà e alle sofferenze. Il nostro santo, che è Patrono della buona morte, ci viene incontro e ci accompagna fino alla fine.

Visualizzazioni: 62

Commento

Devi essere membro di ST. JOSEPH per aggiungere commenti!

Partecipa a ST. JOSEPH

Commento da Suor Paolisa Teresa Falconi su 12 dicembre 2018 a 13:13
Carissimo Padre Angelo Catapano, grazie, grazie di vero cuore! Il tuo commento davvero bello fa riflettere e direi gioire perché convinti che la morte è un passaggio obbligato per raggiungere la Patria che ci attende, ma che in questo nostro cammino non siamo soli. Con noi oltre alla Madonna e a tutti i Santi intercessori, abbiamo un compagno straordinario che è il nostro caro e amabile San Giuseppe. Sì, sarà proprio lo sposo benedetto della Vergine, che ci guiderà e c'introdurrà in Cielo presso Gesù, la corte celeste, dove troveremo tutte le persone care che ci hanno preceduti. Là vedremo i nostri genitori, le persone che ci hanno fatto del bene sulla terra, i nostri amici della Radio e San Giuseppe sarà felice di accoglierci e riconoscerci come suoi devoti. Grazie, padre Angelo!

Info su

ST. JOSEPH è un social network

Forum

Questioni giuseppine / 10 - UN SILENZIO D'ORO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe ieri. 0 Risposte

Spesso san Giuseppe viene definito come “il santo del silenzio”. In effetti i vangeli non ci riportano nemmeno una sua parola. Anche quando ci si aspetterebbe che parlasse intervengono piuttosto gli altri, la madre e il figlio.Certamente non era…Continua

Questioni giuseppine / 9 - GLI ANGELI E SAN GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 7 Lug. 0 Risposte

E’ considerevole che l’intreccio tra gli angeli e san Giuseppe, specialmente nei momenti più importanti e delicati della sua storia, è straordinario. Vi si può scorgere un motivo di riflessione da non trascurare. E’ l’unico personaggio del Vangelo…Continua

Questioni giuseppine / 8 - PRESENTAZIONE DI GESU’

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 18 Giu. 0 Risposte

C’è da considerare la Presentazione di Gesù bambino al tempio come festa del Signore, e tale è primariamente, ma anche di Maria e di Giuseppe, dato che sono loro che lo portano e lo offrono a Dio. Ossequienti alla legge di Mosè, con questo rito,…Continua

Questioni giuseppine / 7 - DA ADAMO A GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 4 Mar. 0 Risposte

Se la creazione del mondo avviene con la coppia iniziale di Adamo ed Eva, possiamo dire che la nuova creazione avviene con Giuseppe e Maria. Infatti il creato viene rinnovato con la venuta del Signore Gesù e con la sua nuova ed eterna alleanza. E’…Continua

Questioni giuseppine /6 - FIGLIO DI GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 11 Feb. 0 Risposte

Abitualmente Gesù è stato chiamato, o meglio identificato, dai concittadini e conterranei come “il figlio di Giuseppe”. Non c’era l’usanza del cognome e quindi si diceva il nome e si aggiungeva “figlio di”. Questo è stato per decenni, almeno per…Continua

Litanie di san Giuseppe: SPOSO DELLA MADRE DI DIO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe. Ultima risposta di angelo catapano 4 Mar 2018. 2 Risposte

Titolo universalmente riconosciuto a san Giuseppe è quello di Sposo. La solennità del 19 marzo è propriamente intitolata a lui “Sposo della Beata Vergine Maria”. Anche nel transetto sinistro del nostro santuario, al lato della cappella della…Continua

Cosa rappresentano per voi Gesù, Giuseppe e Maria?

Iniziata da St. Joseph in San Giuseppe. Ultima risposta di Alberto Raggi 30 Dic 2017. 1 Risposta

Nella festa della Santa Famiglia, apro questo forum per testimoniare la nostra devozione e il nostro amore per loro. Il Papa dice che in…Continua

Il tempo di Giuseppe

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 13 Dic 2017. 0 Risposte

Tempo d’Avvento: le quattro settimane che preparano al Natale, rappresentano il tempo della preparazione dell’antico popolo di Dio alla venuta del Messia e impegnano ogni anno la Chiesa a prepararsi nell’accoglienza del Salvatore. Il Signore Gesù,…Continua

Cosa ne pensate?

Iniziata da Alberto Raggi in San Giuseppe. Ultima risposta di Suor Paolisa Teresa Falconi 20 Dic 2017. 6 Risposte

Vi lascio un pensiero che vale un tesoro e apro questo forum con la speranza che i membri di questo network diano la loro spiegazione, specialmente i sacerdoti e religiosi. E' un'esperienza vissuta dalla fondatrice delle Ancelle del SS: Sacramento,…Continua

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

© 2020   Creato da St. Joseph.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio