Questioni giuseppine /2 - L’ANNUNCIAZIONE A GIUSEPPE

La vicenda di Giuseppe e Maria diventa straordinaria, anzi unica e grandiosa, tanto da farli assurgere ai personaggi più importanti della storia, con l’annunciazione del Signore. Il 25 marzo, nove mesi prima del Natale, la liturgia celebra il concepimento di Gesù e la venuta del Salvatore nel mondo. E’ festa innanzitutto del Signore: tutto viene ricapitolato in lui. Ma è anche festa della Madonna, l’annunziata, che accoglie il Figlio di Dio nel suo grembo. L’arcangelo Gabriele si reca a Nazaret da lei e le rivela il progetto di Dio, nascosto dai secoli eterni (Luca 1,26-38).  La disponibilità della madre è piena: “Eccomi, sono la serva del Signore, si compia in me la tua parola”. Però è pure festa di san Giuseppe: anche per lui c’è una vera e propria “annunciazione del Signore”, anche da lui si reca l’angelo che gli svela il progetto divino. A lui è chiesto di essere padre di quel bambino che nasce e di essere sposo verginale di Maria. Anche la sua disponibilità è pronta: non dice nemmeno una parola, agisce e passa  subito all’azione, accoglie il figlio come padre e la madre come sposa per sempre. Secondo l’annuncio ricevuto, esercita in pieno il compito di padre mettendogli il nome Gesù. Ratifica il matrimonio con Maria con la festa di nozze e prendendola nella sua casa. Si può immaginare che l’annunciazione porta la rivoluzione della loro esistenza. Per ambedue, coppia indubbiamente privilegiata, comincia l’avventura più grande, sebbene non esente da fatica e sacrificio. Anche san Giuseppe infatti ha dovuto faticare e sacrificarsi per essere fedele a quell’annuncio che è stato la chiamata sorprendente della sua vita. L’angelo del Signore gli appare in sogno (Matteo 18,1-24) e gli dice di non temere, non aver paura di essere sposo di Maria e padre di Gesù, accettando il disegno del Padre eterno e l’opera dello Spirito Santo. Discendente del re Davide, deve credere alle promesse antiche di Dio che ora si attuano nella sua vita. Accettando la sua vocazione e abbandonandosi all’imperscrutabile volontà del Signore, diventa vero giusto, forte di quella grazia che gli permette di affrontare ogni cosa, passare la notte buia e superare tutti gli ostacoli. Così, vinta ogni paura, dubbio e resistenza, può intraprendere la sua missione con fermezza e senza esitazione, tanto da diventare per tutti modello insuperabile di padre e di sposo, e prima ancora di adesione generosa al volere divino. Fa piacere che nel nostro santuario di San Giuseppe Vesuviano, in una vetrata del transetto, sia raffigurata proprio l’annunciazione a Giuseppe, momento cruciale che lo rende esemplare nella risposta alla vocazione. Il suo esempio è davvero universale, dato che tutti siamo chiamati a rispondere alla nostra vocazione e molti a portare frutto in famiglia, fedeli al matrimonio e fecondi nella genitorialità.

Angelo Catapano

Visualizzazioni: 13

Commento

Devi essere membro di St. Joseph per aggiungere commenti!

Partecipa a St. Joseph

Info su

St. Joseph è un social network

Forum

Questioni giuseppine /6 - FIGLIO DI GIUSEPPE

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 11 Feb. 0 Risposte

Abitualmente Gesù è stato chiamato, o meglio identificato, dai concittadini e conterranei come “il figlio di Giuseppe”. Non c’era l’usanza del cognome e quindi si diceva il nome e si aggiungeva “figlio di”. Questo è stato per decenni, almeno per…Continua

Litanie di san Giuseppe: SPOSO DELLA MADRE DI DIO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe. Ultima risposta di angelo catapano 4 Mar 2018. 2 Risposte

Titolo universalmente riconosciuto a san Giuseppe è quello di Sposo. La solennità del 19 marzo è propriamente intitolata a lui “Sposo della Beata Vergine Maria”. Anche nel transetto sinistro del nostro santuario, al lato della cappella della…Continua

Cosa rappresentano per voi Gesù, Giuseppe e Maria?

Iniziata da St. Joseph in San Giuseppe. Ultima risposta di Alberto Raggi 30 Dic 2017. 1 Risposta

Nella festa della Santa Famiglia, apro questo forum per testimoniare la nostra devozione e il nostro amore per loro. Il Papa dice che in…Continua

Il tempo di Giuseppe

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 13 Dic 2017. 0 Risposte

Tempo d’Avvento: le quattro settimane che preparano al Natale, rappresentano il tempo della preparazione dell’antico popolo di Dio alla venuta del Messia e impegnano ogni anno la Chiesa a prepararsi nell’accoglienza del Salvatore. Il Signore Gesù,…Continua

Cosa ne pensate?

Iniziata da Alberto Raggi in San Giuseppe. Ultima risposta di Suor Paolisa Teresa Falconi 20 Dic 2017. 6 Risposte

Vi lascio un pensiero che vale un tesoro e apro questo forum con la speranza che i membri di questo network diano la loro spiegazione, specialmente i sacerdoti e religiosi. E' un'esperienza vissuta dalla fondatrice delle Ancelle del SS: Sacramento,…Continua

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

© 2020   Creato da St. Joseph.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio