Anche sul matrimonio di Giuseppe e Maria si è dato spazio agli apocrifi e ipotesi peregrine, tanto che si sono diffuse idee inaccettabili. C’è perfino chi ha espresso il dubbio che si tratti di un vero matrimonio, dato che l’evento della nascita di Gesù avviene “per opera dello Spirito Santo” come ci rivela il Vangelo. Certo non c’è l’intervento biologico di san Giuseppe, fisicamente parlando, ma c’è la verità della sua paternità straordinaria, anzi unica nella storia. E’ il Padre stesso che lo chiama ad essere tale davanti a Dio e agli uomini, che gli chiede addirittura di rappresentarlo in terra accanto al Figlio unigenito e alla sua legittima sposa. Con lei Giuseppe si lega in un contratto di matrimonio autentico e legale, sposalizio che viene concluso con la festa di nozze e la coabitazione degli sposi, secondo le consuetudini ebraiche del tempo e in piena osservanza della legge di Dio. Non c’è da dubitare di questo matrimonio, che rimane unico nella storia ma vero, preparato e voluto dal Padre eterno. A volte si fanno battute ignoranti e irrispettose nei riguardi di questi sposi, luminosi di bellezza e santità, tanto da diventare modello di ogni coppia coniugale e che intende vivere il matrimonio nella volontà di Dio. La tradizione costante del magistero della Chiesa, come pure di tanti santi e scrittori ecclesiastici, avvalora questa visione. Ci sono quelli che si rifanno agli apocrifi per credere che Maria venga data in sposa a dei pretendenti che vengono chiamati al tempio portando il bastone. Quello che prodigiosamente fiorisce è lo sposo designato dal Cielo. Secondo questo racconto il bastone di Giuseppe germoglia e prende in sposa Maria. Per questo san Giuseppe è raffigurato in molte statue e dipinti col bastone fiorito, diventato simbolo del casto Sposo della Madonna. E’ questa una versione fantasiosa e miracolistica a cui non bisogna dare credito. Nel nostro santuario di San Giuseppe Vesuviano la statua ottocentesca del Patrono riflette tale tradizione, ma poi c’è un grande dipinto, opera più recente del pittore Pietro Fàvaro, che raffigura la scena del matrimonio staccandosi da tali racconti. Come avveniva storicamente tra gli ebrei, lo sposo accoglie la sposa nella sua casa all’ora del tramonto, nella festa dei parenti e degli amici, con le vergini che portano le lampade accese. E’ una raffigurazione davvero bella e originale, soprattutto più verosimile e secondo le usanze di allora. C’è solo una concessione che allude agli apocrifi, con un personaggio a un lato che spezza il bastone, rassegnato a non essere stato scelto. Quindi il matrimonio tra i due santi sposi avviene nella forma più usuale dell’epoca e normale del luogo. Un altro problema viene posto da quelli che immaginano Giuseppe di età avanzata, sposato precedentemente e con altri figli, diventato vedovo. Forse con tale idea si pensa di dare una soluzione al fatto che i vangeli citano l’esistenza di alcuni “fratelli di Gesù” (Marco 6,3; Matteo 13,55). Se Maria non ha generato altri figli, si ipotizza che siano di Giuseppe e di un suo matrimonio antecedente. Il termine usato però è piuttosto generico e si può riferire anche a parenti o cugini. Questa è l’idea prevalente tra i cattolici e che ci pare più da condividere.

Angelo Catapano

Visualizzazioni: 24

Commento

Devi essere membro di St. Joseph per aggiungere commenti!

Partecipa a St. Joseph

Info su

St. Joseph è un social network

Forum

Litanie di san Giuseppe: SPOSO DELLA MADRE DI DIO

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe. Ultima risposta di angelo catapano 4 Mar 2018. 2 Risposte

Titolo universalmente riconosciuto a san Giuseppe è quello di Sposo. La solennità del 19 marzo è propriamente intitolata a lui “Sposo della Beata Vergine Maria”. Anche nel transetto sinistro del nostro santuario, al lato della cappella della…Continua

Cosa rappresentano per voi Gesù, Giuseppe e Maria?

Iniziata da St. Joseph in San Giuseppe. Ultima risposta di Alberto Raggi 30 Dic 2017. 1 Risposta

Nella festa della Santa Famiglia, apro questo forum per testimoniare la nostra devozione e il nostro amore per loro. Il Papa dice che in…Continua

Il tempo di Giuseppe

Iniziata da angelo catapano in San Giuseppe 13 Dic 2017. 0 Risposte

Tempo d’Avvento: le quattro settimane che preparano al Natale, rappresentano il tempo della preparazione dell’antico popolo di Dio alla venuta del Messia e impegnano ogni anno la Chiesa a prepararsi nell’accoglienza del Salvatore. Il Signore Gesù,…Continua

Cosa ne pensate?

Iniziata da Alberto Raggi in San Giuseppe. Ultima risposta di Suor Paolisa Teresa Falconi 20 Dic 2017. 6 Risposte

Vi lascio un pensiero che vale un tesoro e apro questo forum con la speranza che i membri di questo network diano la loro spiegazione, specialmente i sacerdoti e religiosi. E' un'esperienza vissuta dalla fondatrice delle Ancelle del SS: Sacramento,…Continua

Compleanni

Oggi non vi sono compleanni

© 2019   Creato da St. Joseph.   Tecnologia

Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio